Il Tweet scritto in faccia: la nuova campagna di Piazza Italia

PIAZZA-ITALIA-no-logo_1C’è da dire che si resta colpiti da queste facce scarabocchiate. Graficamente, penso siano valide. Specialmente se, mentre si guida o si cammina per strada, si vedono tutte insieme, una dietro l’altra, in una carrellata di gonfaloni. Ma queste immagini non sono funzionali solo da un punto di vista estetico. Penso che Piazza Italia abbia fatto centro, con questa ultima campagna. Continua a leggere

Sulla cima del mondo

Tutto ciò che mi è rimasto di Giulietta lo conservo in una scatola: una raccolta di materiale pronto per essere consultato. Foto di lei, di me, vecchi diari, appunti presi su foglietti volanti – frasi strappatele dalle labbra, raccolte in fretta prima che svanissero portate via dagli attimi, immortalate su carta – un carillon, un libro intitolato “Una vera donna”, il numero di telefono di una signora conosciuta in ospedale, una regista. Le promisi che prima o poi ci avrei scritto un libro, sulla nostra strana amicizia. Chissà se manterrò mai questa promessa. Da quando lei non c’è più non ho avuto tempo per guardarmi indietro, la vita mi ha risucchiata, infognandomi dentro vortici di progettualità. Inutili. Fino a che non mi sono ritrovata qua, in un pomeriggio piovoso di marzo, a sbattere il naso contro una nostra foto. Continua a leggere